Whirlpool Napoli, inviate 300 lettere di licenziamento

Sono state inviate 300 lettere di licenziamento per gli operai dello stabilimento Whirlpool di Napoli. Si arriva cosi alle battute finale della vertenza iniziata nel 2019. Al momento non è chiaro quale sia il progetto di reindustrializzazione a cui sta lavorando il Governo.

Per i lavoratori della Whirlpool di Napoli licenziati ufficialmente dalla multinazionale “restano confermate le offerte di un incentivo all’esodo pari a 85.000 euro lordi”, in alternativa a un trasferimento presso l’unità produttiva di Cassinetta di Biandronno, in provincia di Varese. È quanto precisa l’azienda nelle lettere inviate agli operai. La scelta dovrà essere fatta entro e non oltre il 30 novembre.

Chiama ora

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy