Ecco come le donne possono accedere alla pensione di vecchiaia

È uno dei temi più discussi soprattutto dall’universo femminile; quando le donne possono andare in pensione di vecchiaia?

Ci sono molte condizioni per accedere alla pensione di vecchiaia, andiamo a scoprire in sintesi quali sono:

– Nel sistema misto (retributivo + contributivo) e nel sistema contributivo la pensione di vecchiaia si raggiunge dal mese successivo al compimento del 67° anno di età, potendo far valere almeno 20 anni di contributi obbligatori e figurativi.

– Per le lavoratrici occupate in lavorazioni gravose ed usuranti, il requisito anagrafico si abbassa, per il 2019, a 66 anni e 7 mesi, ma il requisito contributivo sale a 30 anni.

– Per le donne che hanno pochi contributi, almeno 5 anni, il requisito anagrafico per andare in pensione aumenta a 71 anni.

– Le donne che invece possono far valere contributi in più e diverse gestioni previdenziali, possono andare in pensione con la cd “totalizzazione” ed il requisito anagrafico richiesto è di 66 anni con almeno 20 anni di contribuzione. In questo caso però la pensione non decorre dal mese successivo al raggiungimento dei requisiti, ma la possibilità si aprirà ben 18 mesi dopo.

Inoltre cogliamo l’occasione per ribadire la nostra più completa disponibilità a chi volesse aprire uno sportello di CAF & PATRONATO, per tutte le informazioni basta contattare i numeri 0963 591220 / 0963 995098 / 327 2144892 oppure contattarci al nostro indirizzo e-mail cafepatronato@confederazionecnl.it

UFFICIO STAMPA CNL-CONFEDERAZIONE NAZIONALE DEL LAVORO

Chiama ora
WhatsApp chat